martedì 9 settembre 2014

SAN MICHELE E SHIVA

Ieri mia sorella mi ha caricato in macchina e mi ha portato in Val di Susa, alla sagra San Michele, davanti al Monte Musiné.


E' strana l'abbazia.
E' costruita con rocce marine (C'era l'Oceano, un tempo) ed è piena di simboli  dei Cavalieri Templari, nonostante, ufficialmente, non ci abbiano mai messo piede.


La leggenda vuole che sia stata costruita per tenere a bada un Drago enorme nascosto alle pendici del Musiné, un monticello alto poco più di mille metri,
 Se ne dicono tante sul Musinè: per qualcuno è un luogo infestato dai demoni, per altri una base di alieni, per altri ancora un luogo sacro dal quale attingere l'energia della Dea madre.




Tra le mille storie che si raccontano, quella più intrigante per new ager e cacciatori di misteri, è quella della Linea del Drago, o Linea di San Michele o  Ley Line o Linea di Luce, un canale energetico che  unirebbe l'Irlanda al Monte Carmelo ( Gerusalemme), passando per una serie di luoghi sacri tutti dedicati all'Arcangelo Michele.
 Come Skelling Sain Michael in Irlanda, Saint Michael's Mountain in Cornovaglia, Mont San Michel in Normandia, Monte Sant'Angelo in Puglia e, appunto la Sagra San Michele in Val di Susa.



I luoghi della Linea del Drago sono tutti bellissimi, e, in qualche modo si somigliano.
Il monte Carmelo ad esempio, sembra il  cugino del Musiné.




Mentre  Saint Michael Mount  e Mont Sant Michel  sono decisamente fratelli:

Mont san Michel -Normandia





Saint Michael Mount - Cornovaglia


Su internet si trovano migliaia di articoli sulla Linea di san Michele e migliaia di mappe, tutte eguali, prendiamone una a caso: il punto di partenza è l'Irlanda, confine nord occidentale del mondo cristiano, anzi del mondo conosciuto nel medioevo, e il punto d'arrivo, ovviamente è Gerusalemme.
Dove altro può arrivare, per un cristiano la "Linea di Luce"?



Già, dove altro potrebbe arrivare?
Farsi le domande  sciocche che gli altri non osano formulare credo sia un buon metodo per aprire la mente.
Abbiamo prolungato verso Sud Est la linea di San Michele e ci siamo ritrovati, guarda caso,



ad incrociare un luogo sacro: Arunachala, la montagna di Shiva, nel Sud dell'India.
Certo, in India ci sono più luoghi sacri che scimmie, difficile non incrociarne uno, ma la forma di Arunachala mi ha sorpreso:

è praticamente identico al Musinè!



A questo punto mi è venuto in mente un'idea folle: e se San Michele fosse la versione biblica di Shiva?

San Michele


Shiva
E se entrambi fossero qualcosa di diverso da ciò che si crede? Qualcosa legato, ad esempio alla costellazione di Orione, il Cacciatore, chiamato in India "Shiva Nataraja"?




  Ma non è finita qua. Continuando a viaggiare verso Sud Est sulla Linea del Drago, arriviamo a Giava, in Indonesia



Precisamente, a Borobudur il tempio  dei 504 Buddha.



Strano vero? 
Shiva, Orione, San Michele, Buddha Shakyamuni, tutti uniti dalla Linea del Drago.
Sembra quasi che Cristiani, Hindu e Buddisti si siano messi d'accordo per mostrarci qualcosa, ma probabilmente si tratta solo di coincidenze.
Coincidenze bizzarre.



Nessun commento:

Posta un commento