domenica 21 dicembre 2014

Maria di Magdala e il Tabù del Sesso

"Potrebbe andarsene quando vuole. ... se fosse assolutamente determinato a scoprire la verità, noi non potremmo fermarlo"
The Truman Show





Ma chi è che inventa i tabù?
Lo so è una domanda stupida.
Mi vengono spesso delle domande stupide, deve essere un talento naturale.
Però è vero che i tabù devono avere un autore, come le leggende metropolitane, le barzellette o i luoghi comuni.
Ci deve essere per forza qualcuno che li ha ideati, a volte per ragioni igieniche o genetiche, altre per capriccio o chissà cosa altro ancora.... 
Prima di tentare di rispondere alla domanda stupida sarà meglio chiarire cosa sono i tabù.
Prendo wikipedia:

"In una società umana un tabù (più correttamente tabu, sia nel significato proprio che nell'utilizzo scientifico, dal polinesiano tapu, in hawaiano kapu) è una forte proibizione (o interdizione), relativa ad una certa area di comportamenti e consuetudini, dichiarata "sacra e proibita". Infrangere un tabù è solitamente considerata cosa ripugnante e degna di biasimo da parte della comunità. Il termine è derivato dalla lingua di Tonga ed è presente in numerose culture polinesiane. In queste culture un tabù (o tapu, kapu) ha anche significati religiosi. Il termine tabù (tapu) appartiene allo stesso ambiente culturale che ci ha fornito il termine mana. Mircea Eliade scrive: "Il cosiddetto tabù - parola polinesiana adottata dagli etnografi - è precisamente la condizione delle persone, degli oggetti e delle azioni isolate e vietate per il pericolo rappresentato dal loro contatto. In generale, sono o diventano tabù tutti gli oggetti, azioni o persone che recano, in virtù del modo di essere loro proprio, o acquistano, per rottura di livello ontologico, una forza di natura più o meno incerta"

"Rottura di livello ontologico"? E cosa vuol dire?
Mircea Eliade fa riferimento a Platone e ai Neoplatonici. 
Ontologico è ciò che riguarda l'ESSERE, una roba che somiglia al nostro concetto di Dio,più o meno.
E i livelli ontologici si riferiscono alla teoria della "gerarchizzazione dell'Essere".
Ci sarebbe un qualcosa di superiore che è Reale a tutti gli effetti e poi a scendere, ci sarebbe un grado di realtà sempre minore.
Fino ad arrivare a noi, i più sfigati, con i nostri corpi fisici, le nostre percezioni erronee e le bollette da pagare.
 Per banalizzare ci saranno:
un livello 1 corrispondente alla nostra esistenza corporea ed alla coscienza di veglia.
Un livello 2 corrispondente alla nostra esistenza diciamo astrale ed alla coscienza di sogno, caratterizzata da un minor numero di limiti e leggi (diciamo che è la sfera della magia).
Un livello 3 corrispondente alla nostra esistenza come "parte e tutto" dell'universo ed alla coscienza di sonno profondo.
Se prendiamo sul serio ciò che dice Wikipedia (e Mircea Eliade) nella persona, nell'oggetto, nell'azione chiamati tabù questi livelli non sono più separati e il livello astrale e universale sono in identità con il livello grossolano..
In altre parole il potere della magia e dell'universo sono, in parte o totalmente, integrati nella sfera fisica, nel corpo o nell'oggetto.
E questo francamente è strano.
O no?
Perché allontanare da una comunità l'individuo che si avvicina più degli altri all'energia divina?
Non ha senso.
A meno che i tabù  non siano serbatoi  dai quali le comunità attingono l'energia che non sono in grado di assumere direttamente dalla "Sorgente". 
Infrangere un tabù significherebbe quindi rubare energia al gruppo e acquisire potere o comunque essere considerati più potenti, "più qualcosa" degli altri.
Già. ma chi li inventa i Tabù?
Il caso? Gli dei? 
Di certo la possibilità di infrangere il tabù, e quindi di acquisire potere, nasce solo quando qualcuno  crea "la regola".
Non sarà che ad ideare i tabù siano coloro che avendo la possibilità di infrangerli, possono utilizzarne l'energia per esercitare il potere sulla comunità?




Ho cercato su Google "church orgy": 2.630.000 risultati in 0,27 secondi.
C'è un sacco di gente che fa o sogna di fare sesso in chiesa, magari sull'altare.
Perché?
I motivi in genere sono due: o fanno fanno parte di qualche gruppo o setta che crede di poter acquisire potere fornicando davanti al crocifisso o semplicemente trovano la cosa molto eccitante.
In ogni caso non pochi esseri umani ritengono che fare l'amore in chiesa produca energia.
Più energia che il farlo sul letto di casa, sulla spiaggia o su un prato.
Da cosa viene questo surplus energetico?
Dal potere indefinito e indefinibile che aleggia nell'arredo e nell'architettura della chiesa o dal condizionamento culturale?
Cerco di spiegarmi meglio: se non avessero svincolato completamente la figura di Gesù e della Madonna dalla sfera del sesso sarebbe ugualmente così "eccitante" ed "energizzante" fornicare sull'altare?
Guardate bene questo dipinto:



Si tratta di un affresco conservato in un monastero cistercense francese.
C'è Gesù tra i due "ladroni", la Madre alla sinistra, Giovanni alla destra e proprio sotto la croce, Maria di Magdala.
Se si guarda bene si noterà che la Maddalena è palesemente incinta:




E non è mica una rarità.
C'è una tradizione pittorica che dal medioevo arriva fino a Caravaggio e a Latour che ritrae Maddalena incinta, ovviamente di Gesù.
Almeno fino al 1300 non erano pochi a credere che "Notre dame" fosse non la Madre del Cristo, ma la sua Sposa.




Fino al IV secolo, l'idea che Gesù si fosse sposato, facesse sesso con la moglie e avesse avuto dei figli era considerata abbastanza normale.
Poi la sessualità di Cristo è diventata un tabù.
E migliaia di preti, teologi e linguisti  hanno cominciato ad esercitarsi nella nobile arte dell'arrampicata sugli specchi.
Gesù era chiamato Rabbi e gli veniva permesso di insegnare nel tempio.
E un Rabbi non poteva NON essere sposato e NON avere dei figli.
Sono andato su un sito di esegeti israeliti, http://consulenzaebraica.forumfree.it/ ed ho trovato una lunga discussione sull'argomento.
Sono molto diplomatici gli esegeti ebrei, ma alla fine risulta che  sia documentato un solo caso di un rabbi non sposato, Uno solo! "rabbi Simeon ben Azzai, vissuto tra l'altro tra la fine dl I e la metà del II secolo, che raccomandava agli altri il matrimonio e la procreazione ma rimase sempre celibe e dichiarò: "La mia anima è innamorata della Torà. Il mondo può essere portato avanti da altri. (Yebamot, 63b)".
In sostanza ci sono più probabilità che il Pisa vinca il campionato di serie A che Gesù non fosse sposato.




Perché si è creato il tabù del sesso nel cristianesimo?
Evidentemente qualcuno ha avuto bisogno di creare un serbatoio energetico.
Quella sessuale è l'energia più potente che l'essere umano abbia a disposizione.
La sua vita  sulla terra dipende dalla procreazione e dal desiderio. 
I tabù sessuali possono generare un potere inimmaginabile.
E allora, non sarà che questo  etichettare gli istinti sessuali come bassi, o il ridurli ad una necessità fisiologica e di prosecuzione della specie nasconda la volontà di alcuni di utilizzarli per acquistare  "per rottura di livello ontologico, una forza di natura più o meno incerta"?
Vediamo un po' di quadri.
Questa è la  Santa Maria Maddalena del Tiziano:




La vediamo nuda, nella stessa posa della venere del Botticelli, coperta solo dai lunghi capelli rossi e l'immancabile Graal al fianco.
Anche Guido Reni la dipinge nuda, ma il Graal lo tiene in mano:



Anche il Giampietrino la mostra nuda, rossa di capelli e con il Graal:





Lefebvre la mostra completamente nuda in una posa lasciva:



E non è il solo:




Maddalena è  ritratta come una donna giovane, nuda e sessualmente attraente.

Nove volte su dieci ha il Graal in mano o poggiato vicino a lei.
Mah...
Dovevamo davvero attendere "Il Codice da Vinci" per sospettare che fosse la sposa di Cristo e che  il Graal fosse il seme del Signore?
Mi pare che i pittori lo sospettassero da sempre.
E mi pare che lo sospettassero anche  abati, vescovi e cardinali che commissionavano le loro opere.
Riprendiamo l'immagine dell'inizio.


Che sta facendo la  Santa Maria Maddalena di Leonardo da Vinci? 
Sembra quasi si stia sciogliendo le vesti (o si sta ricomponendo dopo un atto sessuale?) e lo sguardo non è indirizzato verso l'alto,  ma verso qualcuno che sta alla sua sinistra.
Che roba strana!
Da un lato la chiesa demonizza il sesso e dall'altro mostra quella che si sussurra essere la Sposa del Signore nelle vesti (poche) di seduttrice.
Incomprensibile.
Io non posso sapere se Maddalena fosse la Sposa di Gesù e se abbiano avuto dei figli, e nemmeno me ne importa più di tanto.
Ma so che esistono due insegnamenti diversi, uno rivolto alla massa dei fedeli, per i quali il sesso soprattutto quello  di Gesù e della Maddalena deve essere un tabù ed uno riservato ad una cerchia più o meno ristretta  di prelati, nobili e artisti, per i quali Maddalena è un sogno erotico o forse qualcosa di più.


2 commenti:

  1. Caro Paolo..non condivido la tua posizione sulla Maddalena..quello che i pittori dipingono..è in genere frutto del committente e della sua cultura..Maddalena è stata considerata,per errore,(addirittuta da papa Gregorio Magno)la prostituta salvata da Gesù..ma non è cosi..infatti la Chiesa ne ha fatto poi ammenda..leggi questo articolo che ritengo sia molto vicino alla verità... https://andreasinicatti.wordpress.com/2014/12/10/maria-maddalena-una-donna-straodinaria/

    RispondiElimina
  2. è molto probabile che Maria fosse la sposa di Gesù..ma questi della "chuch orgy"realizzano unicamente una perversione sessuale..

    RispondiElimina