giovedì 1 gennaio 2015

YESHE TSOGYAL E GURU RINPOCHE




Oggi, per il calendario tibetano è il giorno di Padmasambhava, Guru Rinpoche.
Fare japa (ripetere il mantra) con il suo mantra non è solo una maniera per onorarne il ricordo, ma anche un'opportunità per comprendere l'essenza degli insegnamenti del Buddha.
Io non faccio differenza tra Yoga e  Buddismo, sono solo nomi diversi che si danno alla Scienza dell'Essere Umano, l'Arte di Vivere.
L'Uomo dello Yoga non è il figlio prediletto di Dio, né la più nobile creatura dell'Universo.
L'Uomo è l'Universo e gli dei dimorano nel suo cuore.
Difficile comprendere gli insegnamenti di Buddha Shakyamuni se non si intravede l'Universo in noi.
Ci sono stelle e pianeti dentro di noi.
E oceani senza sponde e lo spazio infinito in cui tutto nasce e a cui tutto ritorna.
Buddha non si inventa niente, è tutto scritto nei Veda, ma l'uomo, con la u minuscola, chissà perché, ritiene più comodo credersi una zattera alla deriva nell'oceano dell'esistenza, 
Bisogna comprenderlo: un conto è attribuire le proprie meschinità, i dubbi, l'incapacità di vivere e accettare Amore e Morte, a qualche entità super naturale e sub naturale.
Un altro è dover ammettere di essere artefici del proprio destino.
Padmasambhava è un Essere Umano, come Yeshe, la sua Sposa.
Come Buddha e le ventuno Tara.
Hanno un corpo. Sono Corpo.
Anzi Corpo Parola e Mente.
Ed è proprio il riconoscimento della loro Umanità a porli al di sopra degli Dei.
"Sarebbe conveniente che gli Dei adorassero gli uomini" dice il vangelo di Filippo Apostolo.
Parole semplici e sconvolgenti.
I maestri lo ripetono da sempre, ma noi facciamo orecchie da mercante.
Ci fregiamo dell'etichetta umiliante dello schiavo o  di quella, folle del super uomo, tutto pur di non guardarci in faccia.
Shakyamuni, Padmasambhava, Yeshe Tsogyal sono Esseri Umani.
Ogni loro parola, gesto, pensiero significa : -"Hey tu! Guarda che io sono come te! Sono te!"-
E noi fingendo di capire, li trasformiamo in santini e, venerandoli, li poniamo al di là della Natura.
La parola Sovrannaturale è la dimostrazione più evidente della nostra idiozia: come può esistere qualcosa che sia al di fuori della natura?
I mantra di Yeshe e di Padmasmbhava, come tutti i mantra autentici, hanno varie funzioni: innanzitutto sono tecniche operative: ogni sillaba è una vibrazione che risuona in una specifica zona del corpo attivando la trasformazione di Corpo Parola e Mente.
In secondo luogo ci raccontano che l'universo é in noi ed è dal nostro cuore, dalle nostre emozioni che sorgono i mondi, gli astri e gli Dei.




OM AH HUM VAJRA GURU PADMA SIDDHI HUM è il mantra di Guru Rinpoche.
Le prime tre sillabe rappresentano la completezza dell'Essere Umano:
OM è la Mente.
AH la Parola (le Energie sottili)
HUM è il Corpo.
Le altre cinque disegnano il mandala dell'universo, con i cinque elementi, le cinque emozioni negative e le cinque famiglie mistiche.
VAJRA è l'Acqua, la famiglia mistica dell'Odio, la Terra Blu  dell'inizio dei tempi.
GURU è la Terra, la famiglia mistica dell'Orgoglio, la Terra Gialla.
PADMA è il Fuoco, la famiglia mistica della Brama, la Terra Rossa.
SIDDHI è il Vento, la famiglia mistica della Gelosia, la Terra Verde.
HUM è lo Spazio, la famiglia mistica dell'Ignoranza, la Terra Bianca.
Sono le nostre emozioni negative a dar forma al Mandala dell'Universo.
Bisogna conoscerle, e comprendere che in loro si celano le energie, infinitamente potenti, della Creazione..
L'acqua che ci disseta e dà vita è la stessa che distrugge  i nostri raccolti.
Il fuoco che ci riscalda nelle sere d'inverno è lo stesso che divora le nostre case.
La Natura, la Dea, è A-morale e A-logica, e dimora nel cuore dell'Uomo.





OM AH HUM VAJRA GURU JNANA SAGARA BAM HA RI NI SA SIDDHI HUM è  il mantra di Yeshe Tsogyal.
Basta confrontarlo con quello del suo sposo per comprendere che si tratta dello stesso mantra.
Manca solo la parola PADMA.
E questa è la parte tantrica dell'insegnamento.
Se il Mandala dell'Universo è nell'Essere umano, chiaro e visibile (a chi sa "vedere") la capacità di attivare il processo della creazione si nasconde, fisicamente,  nel corpo della Donna.
La vagina è il mandala segreto.
Padma vuol dire si Loto, ma nel tantra indica i genitali femminili.
Nel mantra di Yeshe viene sostituito con i suoni JNANA SAGARA BAM HA RI NI SA.
JNANA SAGARA  è il nome di Yeshe in sanscrito (Oceano di Conoscenza).
BAM è il bija mantra della creazione, il suono di Brahma e di Shiva Bhairava.
Ognuna delle quattro sillabe sequenti ha diversi significati, ma basti sapere che BAM HA RI NI SA nel loro insieme, indicano le Cinque Dakini, o danzatrici del Cielo, e attivano petali diversi dei sei Chakra "tradizionali", per rendere effettivo il potere della creazione nascosto nel corpo della Donna.










Nessun commento:

Posta un commento