mercoledì 14 settembre 2016

YESHE - LA MAESTRA DELL' OCEANO DELLA SAGGEZZA



Mi sono sempre sorpreso del fatto che la maggior parte dei testi tecnici di Yoga e Tantra siano scritti da uomini o da donne che riportano tecniche adatte al corpo maschile.

Se anatomia maschile e femminile sono diverse, logica vuole che i percorsi delle energie sottili, in ciò che si chiama alchimia interiore, siano anch'essi diversi.

Eppure sembra quasi che non vi siano, nello Hatha yoga, nel Tantra, tecniche specifiche per le donne.


Sembra  quasi che non esistano lignaggi femminili, ovvero  catene di insegnamento da maestra ad allieva.

Naturalmente è falso.


Il buddismo tibetano, che a ben guardare non è dissimile dall'insegnamento tantrico indiano (i nomi delle divinità, le tecniche, le fonti di ispirazione sono le medesime), si basa su una serie di lignaggi femminili.

Uno dei più importanti maestri  tantrici tibetani, "quello" che ha unificato i culti del tibet, detto all'epoca MahaChina, mostrando la sostanziale identità di Yoga buddista, taoismo, sciamanesimo autoctono, è la "danzatrice del Cielo", Yeshe Tsogyal (Ye shes mts'o rGyal).



Yeshe significa "saggezza primordiale".

Tsogyal invece sta per "oceano" ma alcuni traducono Yeshe Tsogyal con  "Regina dell'oceano della Saggezza Primordiale".

L'oceano probabilmente  è la mente e saggezza primordiale sta ad indicare che la mente si trova nel suo stato naturale, lo stato in cui riposa in se stessa.

Il Sahaja.





Il fondamento del tantrismo tibetano, il cuore dello Dzogchen, è il lignaggio detto  go-kar-chang lo'i-de. I praticanti hanno capelli lunghi e scompigliati e gonne bianche (a ricordare forse la schiuma dell'oceano?) e tra di loro si trova la maggior parte dei gTerton, i maestri del Tantra interno, I detentori del sapere tradizionale tantrico.
detti Ngakma e Ngakpa.
Credo che MA stia per Madre e PA per Padre: é questo  il lignaggio NGAK' PHANG, il lignaggio di Yeshe Tsogyal.






Gli insegnamenti tradizionali NGAK'PHANG sono di tre tipi o classi:

SUTRA, mDo;

TANTRA, rGyud;

MAHASANDHI, rDzogs-chen.

Ed indicano tre diversi tipi di  rapporto tra maestro e discepolo.

Nella prima classe, mDo, gli allievi maschi devono avere insegnanti maschi, le donne insegnanti donna.

Nella seconda classe le donne insegnano agli uomini e gli uomini alle donne.

Nella terza non si fa nessuna differenza.


Yeshe e il suo maestro, l'indiano Padmasambhava sono gli sposi mistici.



Secondo la leggenda, Buddha Shakyamuni aveva previsto la loro nascita e li avrebbe indicati come incarnazione del Vuoto Supremo e della compassione Suprema.
Un solo essere, Shiva ardhanari nel tantrismo indiano, scisso apparentemente in due corpi diversi, a rappresentare il VUOTO e la FORMA.

Padmasambhava è la forma attiva della compassione.

Yeshe il vuoto della Saggezza primordiale.
La loro danza, il loro fare l'amore, è, come per Shiva e Shakti, la manifestazione stessa, il Divenire.
Secondo gli insegnamenti di Yeshe un autentico maestro tantrico deve avere una compagna spirituale.
Anzi, il vero Maestro, secondo il lignaggio Niygma, è la coppia, Yeshe e Padmasambhava. 


L'esperienza non duale in Tibet è collegata alla visione della Madre, di Yeshe, e le donne hanno più possibilità di realizzarsi degli uomini, anche se pare strano agli occidentali, perchè sono considerate più qualificate ad apprendere l'arte del Vuoto creativo.




Il lignaggio di Yeshe è ininterrotto, e si dice che la Regina dell'Oceano della Saggezza, ridiscenda periodicamente sulla terra.
Incarnazioni di Yeshe sono considerate Ma-GCIG Labdron , Jomo Menmo, Jomo Chhi'mèd Pema, e, Aro Lingma.





Nessun commento:

Posta un commento